La nostra pedagogista

Federica Borghetti

Federica Borghetti è laureata in scienze dell’educazione e ha un master di perfezionamento nel coordinamento degli asili nido. Ha a lungo collaborato per Il Telefono Azzurro come consulente sui temi dell'infanzia e della prevenzione all'abuso e ha lavorato per 9 anni come direttrice in un asilo nido di Milano. Attualmente si sta specializzando per diventare mediatrice familiare.
E' madre di un bambino.

Per consulenze private presso il suo studio scrivete a nidomilano@pquod.com

Inviaci la tua domanda

CAPTCHA Image [ Different Image ]

03 Oct 2016

Non sono convinta che il nido sia la scelta giusta per il mio bambino

Buonasera,Sono la mamma di uno splendido bimbo di quasi 20 mesi, molto vivace, sveglio e spesso colleroso. Questa collera si accentua quando gli viene negato qualcosa e quando attraversa dei periodi in cui escono i denti. In questi periodi diventa molto difficile da gestire.da circa 3 settimane frequenta il nido fino le 12,30 poi e' accudito da me o dai nonni. Il papa' e' poco presente perche' non sta bene ed non e' riuscito ad istaurare una buona relazione con lui. Io avrei voluto tenerlo a casa dal nido ma mia mamma ha insitito, sottolineandone i benefici e la sua mancanza di disponibilita'. Seppur molto aiutati dai nonni paterni. Ho deciso di iscriverlo , ma i dubbi mi assalgono. Una maestra ha gia' evidenziato quanto nicolo' sia nervoso e ribelle,accusandoci di assecndarlo troppo. Riconosco i nostri limiti ma io nella mia particolare situazione cerco di fare del mio meglio, dimostrandomi dolce e disponibile con il bambino e cercandogli di fargli capire quando sbaglia e che non tutto e' concesso. Temo che il bambino possa risentire anche del poco spazio concesso al nido essendo molto vivace, una piccola aula per 11 bambini. Capisco possa anche essere una utile esperienza di crescita ma devo quindi far"" violenza"" su me stessa per convincere anche lui di questo? grazie in anticipo

 

Gentile Alessandra,

il suo bimbo è entrato nella fase dei capricci e delle crisi di collera e, inizialmente, l'ingresso al nido potrà accentuare la sua rabbia. Il distacco dalle figure di riferimento quotidiane e l'ambiente nuovo possono creare in lui un po' di disagio. Nicolò potrà trarre benefici dal nido se avrà la fortuna di creare buone relazioni con le educatrici. Non viva come accusatorie le indicazioni della maestra e cerchi di avere fiducia in lei, solo in questo modo il nido potrà essere un'esperienza positiva per entrambi. In caso contrario, se non riesce a fidarsi della maestra e non ritiene idoneo il nido per Nicolò, penso non sia la scelta giusta per voi. Si dia un po' di tempo per capire meglio e si mostri serena con il piccolo quando lo lascia al nido. Mi faccia sapere come prosegue. Un caro saluto

Tag: Asilo Nido


Notice: Undefined index: cookie_law in /data/www/nidomilano/htdocs/web/res/inc/inc_footer.php on line 15